INCARICHI SVOLTI
Civile

52/05

Venezia

Numero R.G.,  Tribunale

Settore

Quesito

 

Esecuzioni immobiliari

Perizia di stima immobili

1) Il C.T.U. verifichi le generalità dell'esecutato, lo stato civile, il numero di codice fiscale richiedendone l'eventuale rilascio presso il competente ufficio distrettuale delle II.DD. nonché la condizione rispetto al regime patrimoniale in caso di soggetto, indicando pure la data del matrimonio;
2) Provveda, previo accesso all'immobile, alla esatta individuazione dei beni oggetto del pignoramento ovvero facente parte del compendio fallimentare ed alla formazione ove opportuno, di uno o più lotti per la vendita;
3) Alla verifica della regolarità dei beni sotto il profilo urbanistico e, in caso di esistenza di opere abusive, all'indicazione dell'eventuale sanabilità ai sensi delle Leggi n° 47/85 e n° 724/94 e dei relativi costi, assumendo le opportune informazioni presso gli uffici comunali competenti;
4) Alla identificazione catastale dell'immobile, previo accertamento dell'esatta rispondenza dei dati specificati nell'atto di pignoramento con le risultanze catastali acquisendo pure la relativa scheda ovvero predisponendola ove mancante;
5) Rediga, in capitoli separati e limitatamente ai soli beni oggetto del pignoramento, tante valutazioni di stima quanti sono i lotti individuati, indicando, in ciascuna di tali valutazioni:

  • l'esatta elencazione ed individuazione dei beni componenti il lotto, mediante l'indicazione della tipologia di ciascun immobile, della sua ubicazione (città, via, numero civico, piano, eventuale numero interno), degli accessi, dei confini e dei dati catastali, delle eventuali pertinenze ed accessori, degli eventuali millesimi di parti comuni;
  • una breve descrizione complessiva e sintetica dei beni, nella quale saranno indicati tra l'altro anche il contesto in cui essi si trovano (es. se facenti parte di un condominio o di altro complesso immobiliare con parti comuni ecc.) le caratteristiche e la destinazione della zona e dei servizi da essa offerti, le caratteristiche delle zone confinanti;
  • lo stato di possesso degli immobili, precisando se occupati da terzi e a che titolo, ovvero dal debitore o esecutato; ove essi siano occupati in base ad un contratto di affitto o locazione, verifichi la data di registrazione e la scadenza del contratto per l'eventuale disdetta, l'eventuale data di rilascio fissata o lo stato della causa eventualmente in corso per il rilascio;

6) Indichi i vincoli ed oneri giuridici gravanti sul bene, distinguendo ed indicando in sezioni separate quelli che resteranno a carico dell'acquirente e quelli che saranno invece cancellati dalla procedura, indicando per questi ultimi costi a ciò necessari; il perito dovrà in particolare ed in ogni caso pronunciarsi esplicitamente, in senso affermativo o negativo, sulla esistenza dei seguenti oneri e vincoli:
Per i vincoli che resteranno a carico dell' acquirente:

  • domande giudiziali e sequestri (precisando se la causa sia ancora in corso e in che stato);
  • atti di asservimento urbanistici;
  • convenzioni matrimoniali e provvedimenti di assegnazione della casa coniugale al coniuge;
  • altri pesi o limitazioni d'uso.

Per i vincoli ed oneri giuridici che potranno essere cancellati con il decreto di trasferimento:

  • iscrizioni;
  • pignoramenti ed altre trascrizioni pregiudizievoli.

7) Indichi - ove ne ricorra il caso - l'importo annuo delle spese fisse di gestione o manutenzione, le eventuali spese straordinarie già deliberate ma non ancora scadute, le eventuali spese condominiali scadute non pagate negli ultimi due anni anteriori alla data della perizia, le eventuali cause in corso; valuti la regolarità dell'immobile sotto il profilo urbanistico e, in caso di esistenza di opere abusive, precisi l'eventuale sanabilità ai sensi delle leggi n° 47/85 e n° 724/94 e i relativi costi, assumendo le opportune informazioni presso gli uffici comunali competenti.
8) Proceda alla descrizione analitica di ciascuno dei beni compresi nel lotto, indicandone la tipologia, l'altezza interna utile, la composizione interna e, per ciascun locale, la superficie netta, il coefficiente utilizzato ai fini della determinazione della superficie commerciale, la superficie commerciale, le condizioni di manutenzione, le caratteristiche strutturali e, per gli impianti la loro rispondenza alla vigente normativa ovvero i costi necessari al loro adeguamento.
9) Fornisca la valutazione complessiva dei beni, indicando i criteri di stima utilizzati, le fonti delle informazioni assunte per la stima, esponendo poi in forma tabellare il calcolo delle superfici, il valore al mq, il valore totale esplicitando analiticamente gli adeguamenti e correzioni della stima in ragione dello stato d'uso e manutenzione, dello stato di possesso, dei vincoli ed oneri giuridici non eliminabili dalla procedura, l'assenza di garanzia per vizi occulti nonché per eventuali spese condominiali insolute, la necessità di bonifica ed eventuali rifiuti e quindi il valore finale del bene al netto di tali decurtazioni e correzioni, comprese quelle di cui al punto 6. Nel caso si tratti di quota indivisa, fornisca altresì la valutazione della sola quota, tenendo conto della maggior difficoltà di vendita per le quote indivise e precisi se il valore risulti comodamente divisibile identificando, in caso affermativo, gli enti che potrebbero essere separati in favore della procedura qualora si tratti di terreni, alleghi il certificato di destinazione urbanistica e ove tali terreni non configurino un unico appezzamento; valuti l'opportunità di formare i lotti tenendo conto del presumibile interesse dei confinanti ad acquistare soltanto terreni viciniori.
Alleghi almeno due fotografie esterne e due interne di ciascun bene, la planimetria, la visura catastale attuale, copia della concessione o licenza edilizia e atti di sanatoria, copia dell'atto di provenienza e dell'eventuale contratto di locazione e quant'altro ritenga utile, nonché la documentazione comprovante l'ammontare delle spese sostenute. Dica se la vendita sia soggetta ad imposta di registro o ad IVA e se l'immobile è un bene strumentale dell'azienda eventualmente esercitata dal debitore esecutato o del fallito. Rediga, infine, l'elaborato nel rispetto dello schema allegato al presente quesito. 

1647/04

Venezia

Civile/Infiltrazioni

letti gli atti e i documenti di causa, ispezionati i luoghi, eseguito ogni accertamento ritenuto opportuno anche presso la P.A., individui il CTU le cause e la natura delle lamentate infiltrazioni, in particolare se le stesse siano causalmente riconducibili ai lavori eseguiti dal convenuto nell’immobile di proprietà esclusiva o a parti comuni; individui i lavori e i costi per l’eliminazione delle stesse e per il ripristino, tenendo conto di tutti gli interventi eseguiti dal convenuto successivamente all’instaurazione del presente giudizio

2103/04

Venezia

Rumore

letti gli atti di causa e i documenti, esaminati i luoghi ed effettuati tutti i rilievi fonometrici e le indagini tecniche ritenute necessarie, dica il CTU se le attuali immissioni rumorose provenienti dal fondo di parte convenuta superino la normale tollerabilità avuto riguardo al rumore di fondo presente ed utilizzando quale parametro il criterio comparativo dei +3 dB(A). Effettui a tal fine plurimi rilievi in modo da constatare le immissioni rumorose nei vari orari e specifichi, alla luce dell’attuale situazione, se sia possibile svolgere attività di panificazione dalle ore 6.00 del mattino nel rispetto della normale tollerabilità delle immissioni. Individui gli eventuali rimedi per contenere le immissioni rumorose. Il GI dispone altresì che il CTU esperisca un tentativo di conciliazione tra le parti

2385/04

Venezia

Bonifica idrocarburi

individuare la tipologia di intervento necessaria nel caso di specie, l’adeguatezza di quello effettivamente realizzato, infine la congruità degli importi esposti dalla ditta YYY

10218/05

Venezia

Sicurezza/Ambiente

verifichi il CTU, alla luce in particolare del sequestro 29-09-2005, l'esistenza dei profili di inadempimento così come descritti nei rispettivi atti introduttivi. accerti, ove possibile, il tipo e l'estensione di contaminazioni del sito riconducibile all'attività della XXX a partire dal 2001 e sempre con riferimento ai profili di inadempimento così come descritti nell'atto introduttivo

4377/05

Venezia

Civile/Infiltrazioni

letti gli atti e i documenti di causa, eseguito sopralluogo presso l’immobile, eseguito altresì ogni opportuno accertamento presso gli uffici della P.A. accerti la provenienza e la causa delle lamentate infiltrazioni, individuando altresì le opere necessarie per l’eliminazione delle stesse nonché i relativi costi. Accerti e quantifichi i danni secondo le deduzioni in atti.

5453/02

Venezia

Civile/Appalto

letti gli atti e i documenti di causa, in particolare presa contezza dell’eseguito ATP, dica il CTU se le opere eseguite dall’appaltatrice corrispondono a quelle contrattualmente previste e se la loro esecuzione possa qualificarsi a regola d’arte con riferimento naturalmente ai vizi specificatamente lamentati dalla committenza, valuti a tal fine l’appalto e gli accordi integrativi. Valuti l’eventuale costo di ripristino e quanto alle spese fatturate che si assumono sostenute dalla committente per porre rimedio a detti vizi il reale o meno rapporto di causa tra interventi di ripristino già eseguiti e i vizi inerenti le opere appaltate cioè idraulica e termoidraulica ed elettrica. Fornisca inoltre utili informazioni su eventuali duplicazioni di voci fatturate sempre con riferimento alle specifiche doglianze di parte opponente-committente

5977/00

Venezia

Civile/Infiltrazioni

Impianti tecnologici

Il CTU letti gli atti ed i documenti di causa, esperito sopralluogo, presa visione dei verbali dell’istruttoria orale e svolta ogni ulteriore indagine ritenuta opportuna, descriva le caratteristiche dell’impianto idrico-sanitario originariamente installato nell’abitazione dell’attore dalla ditta XXX. Impianto successivamente sostituito con altro, installato da altra ditta, verificando natura, entità e causali delle rotture a detto impianto, verificatesi nel corso dell’anno 2000. Nell’ambito della verifica delle causali dei suddetti fenomeni, dica il CTU altresì se l’installazione dell’impianto fosse o meno avvenuta a regola d’arte e se i materiali impiegati presentassero – con particolare riguardo alle tubature – vizi o difetti intrinseci. Indichi infine il CTU, in caso di rilevati vizi in detto impianto e/o nei materiali impiegati per la sua realizzazione, i rimedi suscettibili di rimettere la situazione in pristino ed i loro costi.

3655/04

Venezia

Meccanica/Automotive

letti gli atti e i documenti di causa, ispezionato il mezzo oggetto del contratto ed eseguito ogni accertamento ritenuto opportuno, accerti il CTU la causa dei lamentati vizi in relazione a quelli sussistenti al momento della vendita e quantifichi per quanto possibile i costi per il ripristino; accerti per quanto possibile il valore dell’auto al momento della vendita

6690/03

Venezia

Civile/Edile

Accerti il CTU, esaminati gli atti di causa e previo sopralluogo, se sussistano i vizi lamentati nell’atto di citazione, quali le cause, e quale sia il costo per l’eliminazione degli stessi.

5007/04

Venezia

Industriale/meccanica

letti gli atti e i documenti di causa, accerti, dall’esame del gasolio e delle parti di ricambio custodite presso l’attrice ed acquisite le necessarie informazioni presso la ditta YYY, la presenza di acqua nel prodotto fornito ed il rapporto di causalità tra detto vizio e le riparazioni eseguite sull’autocarro XXX, oltre la congruità delle spese per le riparazioni sopportate dall’attrice, con la precisazione che il CTU procederà all’analisi del campione di gasolio presso un laboratorio di sua fiducia.

6494/04

Venezia

Meccanica/incendio

letti gli atti e i documenti di causa, accerti il CTU le cause dell’incendio all’autovettura YYY di proprietà dell’attore, individui la sussistenza o meno di eventuali difetti tecnici di costruzione della vettura stessa, valuti il valore ante sinistro dell’autovettura

278/06

Venezia

Civile/Edile

Letti gli atti e i documenti di causa, ispezionati i luoghi, verifichi la situazione esistente sul tetto di copertura e accerti l’esistenza di eventuali infiltrazioni individuandone ove possibile la causa e i rimedi per eliminare gli inconvenienti

3012/04

Venezia

Rumore

Letti gli atti di causa e i documenti di causa e la precedente CTU, verificare se e quali accorgimenti tecnici debbano essere posti in essere per ridurre le emissioni rumorose de quibus, ovvero prodotte dall’utilizzo del climatizzatore e dello scarico del bagno, con la precisazione che il CTU provveda altresì ad effettuare nuovamente le misurazioni relative alle immissioni rumorose.

2361/05

Venezia

Civile/Edile

Descriva il CTU i beni che hanno formato oggetto delle contestazioni di parte attrice provvedendo ad una riproduzione fotografica dei medesimi, nonchè tutte le circostanze rilevanti ai fini della futura individuazione delle cause dei vizi lamentati

3436/06

Venezia

Impianti tecnologici

Il perito si limiterà alla descrizione dei luoghi e delle opere contrattualmente eseguite

5186/05

Venezia

Civile/Edile

Accerti il CTU, acquisiti i documenti necessari ed esaminati il contratto di prestazione d’opera 04/08/04 in atti e quanto dimesso dal ricorrente, l’esistenza dei vizi costruttivi nel soppalco in ferro posto in opera nell’immobile ad uso artigianale sito a Marcon (VE)

5342/05

Venezia

Civile/Edile

Letti gli atti, esaminati i luoghi nonché acquisiti i documenti necessari , la situazione del fabbricato sito in Venezia, S. Marco XXX ed in particolare relazione all’evidenza di eventuali fessurazioni con rilievi fotografici e planimetrici delle stesse (anche in relazione ad eventuale distacco di intonaci) sia nelle parti comuni sia, per quanto lo consentano i proprietari, nei singoli appartamenti

5343/05

Venezia

 

Civile/Edile

Letti gli atti, esaminati i documenti descriva il CTU, ispezionati i luoghi con rilevi fotografici e planimetrici, la situazione attuale del condominio “Palazzo XXX” sito in Chirignago, in particolare evidenziando localizzazione e caratteristiche di eventuali infiltrazioni dell’immobile stesso anche nelle parti comuni e nei diversi appartamenti (ovviamente nei limiti in cui gli utenti dei singoli appartamenti acconsentano l’accesso agli stessi)

6333/05

Venezia

Rumore

letti gli atti di causa e i documenti di causa, effettuate tutte le misurazioni ritenute necessarie e/o opportune, avvalendosi se del caso di tecnico esperto in misurazioni e di idonea strumentazione tecnica, dica il CTU se le immissioni rumorose nel fondo attoreo provenienti dalla centrale termica superino o meno la normale tollerabilità. Con l’occasione verifichi altresì se vi siano immissioni di fumo, vibrazioni, vapori eccedenti la normale tollerabilità. Nel caso di riscontrate immissioni eccedenti la normale tollerabilità indichi il CTU i rimedi onde consentire il loro contenimento nei limiti della normale tollerabilità

6956/05

Venezia

Civile/Edile

Letti gli atti e i documenti di causa, ispezionati i luoghi, descriva le condizioni della pavimentazione evidenziando l’esistenza di eventuali difetti e ne indichi le cause, in particolare se le stesse siano imputabili ad una non corretta posa in opera al materiale impiegato o ad una diversa manutenzione

8163/05

Venezia

Civile/Edile

Descriva il CTU lo stato dei luoghi tenendo conto delle doglianze di parte ricorrente

9544/05

Venezia

 

Civile/Edile

Descriva il CTU la copertura struttura annessa all’abitazione di cui al ricorso e in particolare evidenziando eventuali crepe, infiltrazioni della o sulla struttura stessa, inserita nel contesto della casa, descrivendo le caratteristiche di tale inserimento, anche con documentazione fotografica e planimetrica

16792/04

Venezia-San Donà

Industriale/meccanico

letti gli atti e i documenti di causa ed effettuati gli opportuni sopralluoghi, dica il CTU se il materiale fornito dalla opposta, attualmente presso l'azienda XXX, sia conforme alla normativa EN ISO 1461 e UNI EN 10412 nonché se esso presenti i vizi lamentati dalla opponente. Indichi altresì il CTU l'eventuale minor valore del materiale compravenduto

10476/05

Venezia

Automotive

ammettersi CTU sulla vettura Ford Galaxy 1.9 TDI CS 996 HH al fine di verificare se con l'autoradio a 6 CD installata dalla XXX è possibile installare l'accessorio joystick o comandi al volante, e in caso negativo al fine di verificare il perché e affinché vengano descritti i lavori necessari ed i costi per tale istallazione, con richiesta di CTU di accertare altresì se esiste in commercio un joystick o comando al volante di serie per la vettura Ford Galaxy acquistata dal sig. YYY

5304/06

Venezia

Macchine operatrici

letti ed esaminati gli atti di causa, ispezionati i luoghi, si esprima il CTU in ordine all’accertamento della corrispondenza dell’idoneità e della congruità degli importi esposti e richiesti da parte attrice con fatture 124-125 del 31/12/05 in ordine al vaglio e servizi accessori apprestati, avvalendosi per quanto possibile dei correnti prezziari del periodo di riferimento rinvenibili presso la Camera di Commercio o consultabili con l’ausilio di ditte specializzate

3467/06

Venezia

Ambiente

letti gli atti e i documenti di causa, eseguito sopralluogo e sentite le parti, descriva il consulente il luogo di causa corredando l’elaborato con materiale fotografico. Indichi il consulente quali siano le opere di ripristino necessarie ed i relativi costi all’attualità

Verifica Conduzione ambienti di vita e di lavoro


E' stata aggiornata la sezione Servizi dello Studio EVING con l'inserimento di un nuovo servizio inerente la verifica della conduzione termoigrometrica dei locali di vita e di lavoro. Un tale servizio è utile anche in sede di conten...>>